Errore=opportunità

Lasciatemi un po’ di incredulità. Ma com’è possibile che dopo:

e dopo:

che sono tanti blocchi tutti fatti con la tecnica del quilt as you go, io abbia potuto fare questo errore così banale?

 

Si vede bene quel pezzetto di tessuto a sfondo chiaro con i fiori grandi che non è stato ben allineato con quello cucito sopra? O meglio vedete quella ferita di più di 3 cm tra il tessuto chiaro e quello rosa? 😭

Ora se questo buco si vede dopo che sono già stati cuciti tutti e 28 i blocchi e nel corso dell’ultima cucitura per fissare il retro, si esclude automaticamente qualsiasi intervento di scucitura per preservare la salute mentale della quilter.

Così mi trovo a restaurare un quilt prima ancora di averlo finito, notevole eh?

L’opportunità non è continuare a chiedersi “ma come ho fatto? Possibile?” ma accettare quello che si ha davanti agli occhi e cercare una soluzione come fosse un gioco, una stimolante sfida dove è tutto valido, compresi ago e filo con i quali non c’è grande feeling (macchina da cucire tutta la vita!). Nuova sorpresa quindi, non sono incapace con l’ago!

Voi cosa avreste fatto?

P.S. Si ringrazia Luisa che mi ha “prestato” la sua splendida terrazza per fotografare i quilt 😘

 

3 pensieri riguardo “Errore=opportunità”

  1. Io avrei fatto la stessa cosa…..
    Anche perché non avrei saputo cosa fare altrimenti. Resta che il lavoro che ne risulta è piacevole e ordinato come sempre!

  2. Sono queste piccole cose che fanno la storia.
    Di tutto questo quilt meraviglioso tu punterei il dito su quel minimo dettaglio curioso….e lui renderà il tuo lavoro unico…😀
    PS: Luisa ha veramente una favolosa terrazza!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.